Chi paga il processo penale?

201711.07
0

La remissione del debito si colloca nell’ambito delle spese di giustizia di cui oggi ci occuperemo e cercheremo di capire anche su quale parte processuale gravano. Sappiamo infatti che a seguito di condanna nell’ambito del processo penale, le spese sono poste a carico di colui che subisce la condanna dovendo così corrispondere quanto fino a quel momento anticipato dallo Stato. Tuttavia l’ordinamento prevede uno strumento che permette un’esenzione da tale obbligo, in presenza però di determinate condizioni. Queste sono le disagiate condizioni economiche e la regolarità della Condotta tenuta dal condannato durante l’espiazione della pena. Per l’accertamento delle condizioni economiche il magistrato di sorveglianza si avvale della collaborazione del servizio sociale e degli organi finanziari, mentre, per l’accertamento della regolarità della condotta il magistrato di sorveglianza dovrà tenere conto della valutazione della Condotta del soggetto, la condotta si considera regolare quando i soggetti condannati hanno manifestato, durante il periodo di detenzione, un comportamento responsabile e collaborativo nonché in base al grado di partecipazione alle attività organizzate negli istituti di detenzione.

A cura di Flora Flaminio – Studio Legale Tuccillo